Ducatimultistrada.it

Ducati Multistrada 1200 Enduro 2018

Ducati Multistrada 1200 Enduro 2018: Le due versioni Off-Road della famiglia Multistrada si confermano anche per il 2018

La Ducati Multistrada 1200 Enduro 2018 è la versione più avventurosa della celebre multibike della Casa di Borgo Panigale. Nata per viaggiare e per essere inarrestabile su qualunque tipo di terreno, la Multistrada 1200 Enduro è un’ammiraglia full optional in grado di soddisfare anche il globetrotter più esigente. Inoltre, è una maxienduro in grado di resistere alle sollecitazioni della guida fuoristrada, per le quali è stata pensata e sviluppata. I collaudatori Ducati hanno testato la Multistrada 1200 Enduro nelle condizioni di guida più estreme per renderla affidabile su qualsiasi tipo di terreno, mantenendo la qualità e il piacere di guida proprie di tutte le Ducati.

Grazie alle ruote a raggi con l’anteriore da 19’’ e la posteriore da 17’’ la Multistrada 1200 Enduro è la moto perfetta per i lunghi viaggi avventurosi. Dotata di sospensioni elettroniche semi-attive Sach (anteriore e posteriore) e di serbatoio da 30 litri di capacità, la Multistrada 1200 Enduro è confortevole su ogni terreno ed inarrestabile, grazie ad una autonomia che può anche superare i 450 chilometri.

La Multistrada 1200 Enduro rappresenta l’ingresso di Ducati in un nuovo segmento di mercato, quello delle maxi enduro turistiche, senza per questo rinunciare allo stile e alla tecnologia propria di Ducati. Il design elegante e sportivo è stato rivisto e arricchito con numerosi particolari di derivazione offroad. Il pacchetto elettronico è quanto di meglio si possa desiderare, grazie all’utilizzo della piattaforma inerziale, l’Inertial Measurement Unit (IMU) sviluppata dai tecnici Bosch, che misura dinamicamente gli angoli di beccheggio e rollio, e le accelerazioni lungo 3 assi, permettendo di alzare gli standard di prestazioni e sicurezza.

Sono di serie sulla Multistrada 1200 Enduro l’ABS Cornering, le Cornering Lights (DCL), il Ducati Traction Control (DTC), il Ducati Wheelie Control (DWC) e le sospensioni semi-attive Ducati Skyhook Suspension (DSS) Evolution con escursioni delle ruote di 200 mm. Inoltre, per la prima volta su unaDucati, è stato introdotto il sistema di assistenza alla partenza in salita Vehicle Hold Control (VHC).

Testata e sviluppata nelle condizioni più estreme, la Multistrada 1200 Enduro sfrutta il già ottimo e resistente telaio della Multistrada 1200, affiancato da un nuovo forcellone bibraccio. Il motore è il già conosciuto e apprezzato Ducati Testastretta DVT (Desmodromic Variable Timing) da 160 cavallio mologato EURO 4, dotato di nuovo sistema di scarico. Grazie alla tecnologia dei quattro Riding Mode (Enduro, Touring, Sport e Urban) anche la Multistrada 1200 Enduro ha le quattro anime tipiche della multibike della Casa di Borgo Panigale.

La Multistrada 1200 Enduro ha di serie anche il controllo elettronico della velocità e il modulo Bluetooth che tramite il Ducati Multimedia System (DMS) consente di connettere la moto con smartphone e di gestirne le funzionalità multimediali più importanti (ricezione telefonate, notifica sms, ascolto musica) attraverso i pulsanti al manubrio e visualizzandone le informazioni sul dashboard TFT. Inoltre la nuova Multistrada Link App per iOS e Android, consente di accedere ad una serie di funzionalità che elaborano i dati della moto ricevuti via Bluetooth, per arricchire, estendere e condividere l’esperienza di guida attraverso la connessione con il sito ducati.com e i social network.

La Multistrada 1200 Enduro è disponibile in tre colorazioni ( Rosso Ducati, Phantom Grey e Star White Silk) e può essere arricchita grazie al completo catalogo accessori Ducati Performance by Touratech, che comprende anche i quattro pacchetti Enduro, Touring, Sport ed Urban.

Principali dotazioni di serie Multistrada 1200 Enduro

Colorazioni

Dotazioni

Pacchetti di personalizzazione

Anche la Multistrada 1200 Enduro è compatibile con la Multistrada Link App: una Applicazione per smartphone, disponibile per iOS e Android, che presenterà approfondimenti su tutti i contenuti e le novità della moto. Sarà possibile inoltre esprimere valutazioni su singoli aspetti della moto e inviare le proprie idee e commenti rimanendo sempre in contatto con Ducati. Aggiornamenti settimanali e tante informazioni sempre a portata di mano.

Design ed ergonomia ispirati al fuoristrada

Il design elegante e sportivo della Multistrada, sulla Enduro è stato evoluto in chiave fuoristrada. Il frontale è stato profondamente rivisto per integrare il nuovo serbatoio da 30 litri. Il becco anteriore è stato allungato per riparare meglio il pilota dal fango così come è stato ridisegnato e riposizionato il parafango anteriore. Le due cover laterali del serbatoio sono realizzate in alluminio anodizzato e hanno viti volutamente in vista.

Guardando la moto di fianco, si nota subito la linea curva ascendente che parte dal forcellone e arriva fino al faro anteriore che fa sembrare la Multistrada 1200 Enduro un animale pronto a saltare. Per questa moto i designer del Centro Stile Ducati hanno lavorato attentamente per dare le giuste proporzioni al veicolo. Le forme muscolose ma leggere dell’anteriore ben si sposano con la leggerezza del codino, appositamente disegnato per agevolare la guida in piedi. A questo proposito è stata ridisegnata la sella, che ora si estende verticalmente verso il basso e ha in vista le due viti laterali di fissaggio.

La posizione di guida della Multistrada 1200 Enduro è stata studiata per garantire più controllo nella guida in fuoristrada. Il manubrio è posizionato più in alto, la sella è più stretta nella zona del cavallo in corrispondenza delle pedane, che sono realizzate in acciaio con cover in gomma removibili. Come le pedane, anche le leve hanno un design ispirato al mondo del fuoristrada: la leva del freno posteriore è facilmente regolabile in altezza, mentre quella del cambio ha la leva snodata per prevenire rotture in caso di caduta o contatto con ostacoli. Per riparare il bicilindrico della Multistrada 1200 Enduro, è montato di serie un paracoppa in alluminio con supporti collegati direttamente al telaio.

Per offrire a tutti la possibilità di appoggiare agevolmente i piedi a terra, la Multistrada 1200 Enduro è equipaggiata di serie con una sella di 870 mm di altezza mentre come optional sono disponibili una sella più alta da 890 mm, più confortevole e adatta anche nella guida offroad, e una più bassa da 850 mm. Inoltre è disponibile come optional una sella passeggero più stretta per agevolare l’arretramento del pilota nella guida in piedi e che accoppiata alla sella pilota alta rende la coda della moto molto più lineare. Sempre per gli amanti del fuoristrada è inoltre disponibile un plexiglass più basso, ergonomicamente più adatto alla guida in piedi.

Il parabrezza della nuova Multistrada 1200 Enduro dispone di una regolazione verticale di 60 mm azionabile con una mano sola. Due prese di corrente da 12 V sono posizionate una nella zona immediatamente sotto la sella passeggero e l’altra nella zona anteriore. A queste possono essere collegati carichi fino ad un totale di 8A (sotto fusibile), come abbigliamento termico, interfono o carica batterie per cellulari. Il navigatore GARMIN, disponibile come accessorio Ducati Performance, si alimenta grazie ad un apposito connettore posto in zona plancia cruscotto. È disponibile anche una presa USB, posizionata nella zona sotto la sella, alla quale è possibile collegare lo smartphone.

La Multistrada 1200 Enduro monta di serie il cavalletto centrale mentre i supporti valige sono stati disegnati per ridurre al massimo l’ingombro laterale della moto, pur offrendo una notevole capacità di carico. È presente un vano portaoggetti sotto la sella passeggero per contenere kit attrezzi, libretto uso e manutenzione della moto o altri oggetti personali. Per favorire l’utilizzo della Multistrada nel turismo anche a largo raggio, sono previsti numerosi optional, tra cui eleganti e capienti borse laterali in alluminio Ducati Performance by Touratech. Altri accessori destinati al turismo sono le manopole riscaldate, indispensabili per viaggi in condizioni atmosferiche avverse.

Ducati Testastretta DVT

Il motore DVT, variando in modo indipendente sia la fasatura dell’albero a camme che comanda le valvole di aspirazione sia quella dell’albero a camme che comanda le valvole di scarico, ottimizza le prestazioni agli alti regimi per ottenere la massima potenza, mentre ai medi e bassi regimi regolarizza il funzionamento, migliora la linearità di erogazione e incrementa la coppia. In pratica si ha a disposizione un motore che cambia le proprie caratteristiche col variare del numero dei giri, rimanendo nei limiti dell’omologazione EURO 4 e con grande attenzione ai consumi.

È stato possibile variare l’angolo di incrocio delle valvole grazie all’adozione del sistema DVT (Desmodromic Variable Timing): un variatore di fase applicato all’estremità di ognuno dei due alberi a camme di ogni testa. Il sistema DVT è diviso in due parti: una esterna rigidamente collegata alla puleggia che è trascinata dalla cinghia di distribuzione e una interna collegata all’albero a camme, coassiale alla prima e che, rispetto a quest’ultima, può ruotare in anticipo o in ritardo a seconda della pressione dell’olio presente in camere apposite. La pressione dell’olio è regolata da valvole dedicate e la fasatura di ogni camma è dinamicamente controllata da un sensore posto nei coperchi delle teste.

Anche il Ducati Testastretta DVT utilizza il sistema di richiamo desmodromico delle valvole motore che ha reso famosa la Casa di Borgo Panigale in tutto il mondo. Grazie a questo particolare sistema la valvola di aspirazione e la valvola di scarico vengono chiuse meccanicamente con una tecnica e una precisione analoghe a quelle della fase di apertura.

Nella progettazione del motore Ducati Testastretta DVT, la distribuzione desmodromica ha rappresentato un vantaggio rispetto ad un sistema tradizionale a molle; l’azionamento delle valvole a basso numero di giri richiede minore forza, non dovendo comprimere le molle, questo si è tradotto nella possibilità di contenere le dimensioni dei singoli variatori a vantaggio del contenimento dei pesi e dell’integrazione del sistema.

Con un alesaggio di 106 mm ed una corsa di 67,9 mm per una cilindrata totale di 1.198 cm³, il motore Ducati Testastretta DVT garantisce una potenza massima di 160 cavalli a 9.500 giri/minuto ed una coppia che arriva a 136 Nm a 7.500 giri/minuto. Già a 3.500 giri/minuto si ha a disposizione una coppia di 100 Nm che rimane costante e superiore ai 110 Nm tra 5.000 e 10.000 giri/minuto.

La continua ricerca e sviluppo di Ducati sui sistemi ad iniezione ha portato la Casa di Borgo Panigale ad utilizzare sul Ducati Testastretta DVT iniettori posizionati in modo tale da avere il getto indirizzato sul retro della valvola di aspirazione invece che sulla parete più fredda del condotto di aspirazione. In questo modo viene massimizzata la vaporizzazione della benzina migliorando la combustione e la regolarità di erogazione.

Il DVT è poi dotato di sistema a Dual Spark (DS), ovvero con due candele per ogni testa, che assicurano la combustione completa della miscela aria/benzina in ogni condizione di funzionamento. L’accensione di ogni candela è gestita in modo indipendente, per poter essere ottimizzata a ogni regime ed in ogni condizione d’utilizzo. È presente anche un sensore antidetonazione che consente di mantenere il motore in condizioni di sicurezza anche in presenza di benzine con ridotto numero di ottani o di condizioni di utilizzo, come in alta quota, che possono essere critiche per la combustione, caratteristica importante durante raid e viaggi.

Infine, per ottimizzare il funzionamento riducendo la dispersione ciclica della combustione, Ducati ha applicato anche un sistema di aria secondaria. Viene immessa nel condotto di scarico aria fresca in modo da completare l’ossidazione degli idrocarburi incombusti e ridurre così i livelli di gas inquinanti quali HC e CO senza penalizzazioni nell’erogazione.

Sulla Multistrada 1200 Enduro è presente un cambio a sei rapporti con la prima marcia più corta rispetto a quello montato sulle altre moto della famiglia Multistrada per migliorare le prestazioni fuoristrada, consentendo una maggior gestibilità nei passaggi più tecnici a basse andature. La frizione della Multistrada 1200 Enduro è a bagno d’olio con funzione antisaltellamento.

Il layout dell’impianto di scarico è basato su due collettori primari che confluiscono direttamente nel mono-silenziatore a 2 camere che, oltre a svolgere la funzione di compensatore 2-1-2, contiene il catalizzatore. Da esso parte il singolo terminale a due uscite con camicia esterna in lega di alluminio, compatto e leggero, che contiene materiale fonoassorbente collocati in posizione alta, laterale e dal design compatto per permettere il montaggio di capienti borse laterali.

Tecnologia innovativa

Grazie alla piattaforma inerziale IMU (Inertial Measurement Unit) Bosch i quattro Riding Mode (Enduro, Touring, Sport e Urban) della Multistrada 1200 Enduro trovano nuova forma. Ogni Riding Mode ha settaggi differenti del sistema Ducati Skyhook Suspension (DSS) Evolution, che configura l’assetto delle sospensioni in maniera praticamente istantanea grazie agli input forniti dai sensori presenti sul veicolo, assicurando l’isolamento globale del corpo del veicolo dalle asperità del fondo stradale per rendere più confortevole la guida nei Riding Mode Enduro, Touring ed Urban. Nel Riding Mode Sport, invece, setta le sospensioni in modo da offrire il miglior carico sulle ruote, indispensabile durante la guida sportiva.Inoltre, ad ogni Riding Mode, sono associati valori di intervento differenti di Ducati Wheelie Control (DWC), Ducati Traction Control (DTC) e ABS Cornering. Ogni sistema di controllo elettronico è modificabile nell’intervento e, grazie alla funzione Default, è possibile riportare tutti i valori o solo quelli desiderati, al settaggio standard.

Inoltre la Multistrada 1200 Enduro sfrutta il sistema Ride By Wire per il controllo della potenza erogata dal motore. La richiesta di coppia non viene più regolata direttamente tramite il cavo acceleratore, ma da un sistema Ride by Wire: un segnale viene letto ed elaborato dalla centralina controllo motore che si occupa di modulare l’apertura dei corpi farfallati. Il sistema Ride by Wire consente di utilizzare tre diverse mappature per regolare l’erogazione di potenza.

Riding Mode Enduro

Il carattere offroad della Multistrada 1200 Enduro trova nel Riding Mode Enduro la massima espressione. Il Riding Mode Enduro prevede una potenza del motore di 100 CV ed intervento del DSS Evolution riconfigurato per una gestione specifica. Il sistema DTC è settato per offrire il massimo grip e accelerazione fuoristrada, mentre il DWC è disinserito. L’ABS invece è impostato sull’interazione di livello 1, idonea all’uso off road su terreni a bassa aderenza. A questo livello sono disattivati la funzionalità di rilevamento del sollevamento della ruota posteriore, la funzionalità cornering e l’ABS sulla ruota posteriore, per consentirne il bloccaggio.

Riding Mode Touring

Per il Riding Mode Touring Ducati la potenza massima è di 160 CV, ma l’erogazione del motore è morbida e progressiva. La sicurezza attiva è esaltata dall’incremento del livello di intervento di DTC e DWC. L’ABS è settato sul livello di interazione 3, perfetto per il turismo, e che comunica al pilota la massima sensazione di sicurezza grazie alla prevenzione del sollevamento della ruota posteriore, all’ottimizzazione della frenata combinata e alla funzione cornering attiva. Il DSS Evolution è programmato per offrire un assetto delle sospensioni ideale per lunghi tragitti, a garanzia del massimo comfort per pilota e passeggero.

Riding Mode Sport

Selezionando il Riding Mode Sport si ottiene una moto adrenalinica, spinta da una potenza di 160 cavalli, con una coppia di 136 Nm ed un assetto sportivo delle sospensioni. Questo Riding Mode è caratterizzato anche da un intervento ridotto del DTC e del DWC e da un livello 2 dell’intervento ABS. A questo livello è disattivato il sistema che rivela il sollevamento della ruota posteriore ma è attiva la funzionalità cornering, ideale per piloti esperti che vogliono spingersi al limite.

Riding Mode Urban

L’erogazione di potenza del Riding Mode Urbanviene ridotta a 100 CV e il setting delle sospensioni è programmato per superare agevolmente i frequenti ostacoli cittadini come dossi e tombini. DTC e DWC passano al livello di intervento molto elevato mentre l’ABS è settato sul livello 3, il cosiddetto “Safe & stable”. Questo settaggio comunica al pilota la massima sensazione di sicurezza grazie al rilevamento del sollevamento della ruota posteriore attivato, all’ottimizzazione della frenata combinata ed alla funzionalità cornering attiva.

DTC (Ducati Traction Control)

Il Ducati Traction Control è un sistema di derivazione puramente sportiva che agisce da filtro tra la mano destra del pilota e lo pneumatico posteriore. Nello spazio di pochi millesimi di secondo, il DTC è in grado di rilevare e successivamente controllare il pattinamento della ruota posteriore contribuendo ad aumentare considerevolmente le performance e la sicurezza attiva della moto.

Il sistema consente di scegliere tra 8 diversi livelli di intervento. Ciascuno di essi è stato programmato per offrire un valore di tolleranza allo slittamento del posteriore commisurato a livelli progressivi di capacità di guida (classificati da 1 a 8). I livelli 1 e 2 sono settaggi specifici per la guida fuoristrada e permettono di avere uno slittamento della gomma posteriore adeguato alla guida in offroad. I livelli da 3 a 6 sono studiati per offrire il miglior grip su asfalto asciutto mentre i livelli 7 e 8 sono studiati per offrire il massimo grip sull’asfalto bagnato.

Nella Multistrada 1200 il DTC è integrato all’interno dei Riding Mode. I livelli di DTC sono programmati all’origine per i quattro Riding Mode, ma possono essere personalizzati in base alle caratteristiche del pilota e salvati dal menù di impostazione.

Ducati Wheelie Control (DWC)

Il sistema, regolabile su 8 livelli analizza l’assetto della moto (impennata) e gestisce di conseguenza coppia e potenza in modo da garantire la massima accelerazione in sicurezza, senza scompensi dell’assetto. Come il DTC è regolabile su 8 livelli, ed è integrato all’interno dei Riding Mode.

Ducati Skyhook Suspension (DSS)

Evolution Il sistema DSS (Ducati Skyhook Suspension) Evolution che equipaggia di serie la Multistrada 1200 Enduro è basato su una forcella da 48 mm e un ammortizzatore posteriore Sachs che garantiscono a entrambe le ruote una escursione di 200 mm. Le sospensioni sono di tipo elettronico, con la possibilità di regolare il freno idraulico in compressione ed estensione in maniera continua secondo un approccio di controllo semi-attivo per garantire l’equilibrio ideale del veicolo. In pratica il sistema permette di mantenere un assetto costante indipendentemente dal fondo stradale, minimizzando le oscillazioni del corpo veicolo più di chi è in sella e aumentando in maniera significativa comfort e sicurezza.

Il nome Skyhook deriva proprio dalla sensazione che si avverte durante la guida, come se la moto, idealmente, fosse appesa al cielo con un gancio, in modo da bilanciarla e renderla neutra in termini di equilibrio ma, al tempo stesso, estremamente sensibile ad ogni cambiamento di assetto. Questa innovativa tecnologia surclassa le sospensioni convenzionali di tipo passivo, grazie al costante controllo del comportamento dinamico delle ruote. Grazie al sistema intelligente DSS Evolution, molti degli effetti negativi derivanti da un settaggio troppo morbido o troppo duro, vengono eliminati senza alcun compromesso su prestazioni e sicurezza.

La tecnologia DSS Evolution analizza dati forniti da numerosi sensori posti sulle masse sospese e non sospese del veicolo, per calcolare ed attuare lo smorzamento necessario per ottenere la modalità di funzionamento più fluida possibile. Un accelerometro posto sulla base di sterzo, uno posto all’interno della centralina che gestisce il DSS Evolution comunicano dati relativi alle masse sospese, mentre un accelerometro posto sul piedino forcella fornisce input relativi alle masse non sospese. Nella parte posteriore è invece presente un sensore che misura direttamente l’escursione della sospensione. Il DSS Evolution elabora queste informazioni attraverso un algoritmo di controllo semi-attivo che, considerando un immaginario punto di riferimento fissato al cielo al di sopra della moto, attua regolazioni istantanee dei freni idraulici al fine di minimizzare i movimenti del veicolo rispetto a questo punto. Proprio come se la moto fosse appesa al cielo tramite un gancio (in inglese “sky hook”, appunto).

Per ridurre gli effetti dei trasferimenti di carico prodotti dall’alternarsi di frenate e accelerazioni, a beneficio della stabilità di marcia, il sistema sfrutta anche il sensore dell’accelerometro longitudinale del Ducati Traction Control (DTC), i rilevatori di pressione dell’impianto ABS per il calcolo istantaneo e l’attivazione di una risposta finalizzata alla riduzione di oscillazioni alle quali sarebbe soggetto il veicolo, oltre che i dati che provengono dall’Inertial Measurement Unit (IMU), dati che indicano in modo dinamico l’assetto della moto su due assi (inclinazione laterale e verticale).

Impianto frenante Bosch Brembo con sistema ABS Cornering

La Multistrada 1200 Enduro è dotata dell’impianto frenante Brembo dotato del dispositivo ABS 9.1ME Cornering, parte integrante del Ducati Safety Pack (DSP). L’ABS Cornering sfrutta la presenza della piattaforma inerziale IMU (Inertial Measurement Unit) Bosch per dosare in modo ottimale la potenza frenante della ruota anteriore e di quella posteriore anche in situazioni critiche e con la moto piegata. Mediante l’interazione con i Riding Mode, il sistema è in grado di offrire soluzioni adatte ad ogni situazione e condizione di guida.

Grazie ad un processore che comanda l’ABS, la Multistrada sfrutta un sistema di frenata combinata tra l’anteriore e il posteriore (Electronic Combined Braking System) ottimizzato per i Riding Mode Urban e Touring con una azione ridotta per la modalità Sport, contesto nel quale è preferibile un controllo non completamente automatizzato. Il sistema di frenata combinata incrementa la stabilità in frenata utilizzando quattro rilevatori di pressione, per ripartire la potenza frenante in modo ottimale fra anteriore e posteriore.

Concepita per migliorare il controllo dello pneumatico posteriore nelle frenate violente, la funzione “antisollevamento” dell’impianto ABS è pienamente attiva nei Riding Mode Urban e Touring mentre viene disattivata per l’uso in modalità Sport e Enduro. La funzione ABS è disponibile anche per i soli freni anteriori, una caratteristica che la Multistrada sfrutta nel Riding Mode Enduro allo scopo di consentire la deriva del posteriore in frenata su terreni sconnessi. L’ABS è comunque disinseribile dal cruscotto in qualsiasi Riding Mode selezionato e consente la memorizzazione e riutilizzo delle medesime impostazioni salvate al successivo Key-On.

Il sistema si integra perfettamente con i Riding Mode Ducati e agisce in tre livelli differenti. Il livello 1 offre le massime prestazioni per l’uso off-road, eliminando il rilevamento del sollevamento del posteriore e consentendone la deriva in frenata con applicazione dell’ABS al solo anteriore. Il livello 2 assicura l’equilibrio tra anteriore e posteriore senza rilevamento del sollevamento della ruota posteriore per la guida in modalità Sport, ma con la funzionalità cornering attiva e calibrata per la guida sportiva, il livello 3 consente l’ottimizzazione dell’azione frenante combinata nella modalità Touring e Urban con rilevamento del sollevamento della ruota posteriore e la funzionalità cornering attiva e calibrata per la massima sicurezza.

L’impianto anteriore della nuova Multistrada 1200 è caratterizzato da pinze radiali monoblocco Brembo a 4 pistoncini da 32 mm di diametro e 2 pastiglie, pompe radiali con leve regolabili, doppio disco anteriore da 320 mm. Al posteriore c’è invece un singolo disco da 265 mm di diametro su cui lavora una pinza flottante, sempre Brembo. Questa componentistica assicura prestazioni di assoluto rilievo nell’intero panorama motociclistico, da sempre elemento distintivo di ogni Ducati.

Vehicle Hold Control (VHC)

L’ABS che equipaggia la Multistrada 1200 è dotato del sistema Vehicle Hold Control (VHC). Il sistema, quando viene attivato, mantiene fermo il veicolo frenando attivamente il freno posteriore (e si disattiva automaticamente dopo 9 secondi se non viene utilizzato). Il sistema consente all’utente una ripartenza più confortevole occupandosi lui stesso di modulare la pressione durante la partenza lasciando all’utente solo il compito di modulare il gas e la frizione.

Questa funzionalità si attiva quando l’utente, con moto ferma e con cavalletto laterale retratto, applica una pressione elevata sulla leva freno anteriore o sul pedale del freno posteriore. All’attivazione il sistema, in funzione dello stato del veicolo, calcola ed applica una pressione sull’impianto posteriore agendo sulla pompa e le valvole della centralina ABS.

L’accensione del sistema, attivabile in tutti i livelli ABS tranne quando l’ABS è spento, viene segnalata mediante l’accensione di una spia. La stessa spia inizierà a lampeggiare quando il sistema sarà in procinto di rilasciare la pressione al freno posteriore e quindi smetterà di mantenere fermo il veicolo: la diminuzione della pressione avverrà in modo graduale.

Cruscotto e illuminazione

Il cruscotto è costituito da un ampio schermo full color TFT da 5”. L’unità fornisce indicazioni relative a velocità, giri motore, marcia, totalizzatore, trip1 e trip2, temperatura liquido raffreddamento motore, livello carburante ed orologio. Viene inoltre mostrato il Riding Mode impostato, autonomia residua, consumo istantaneo, consumo medio, velocità media, temperatura aria, tempo di viaggio e allarme fondo ghiacciato.

Per ogni Riding Mode c’è una diversa visualizzazione delle informazioni. Il Riding Mode Enduro, inoltre, offre la possibilità di visualizzare la funzione Trip Master che permette di gestire l’evoluzione di un trip specifico sia in incremento sia in decremento.

In condizioni statiche è possibile accedere tramite il blocchetto di sinistra sul manubrio ad un menù di setting per l’attivazione e la regolazione delle varie funzioni, tra cui DTC e DWC personalizzati e tre livelli di intervento dell’ABS Cornering. La regolazione delle sospensioni è possibile grazie al menù dedicato. In condizioni sia statiche che dinamiche, è possibile cambiare il Riding Mode scegliendo tra Sport, Touring, Urban o Enduro e le impostazioni di carico in funzione delle varie configurazioni di guida: pilota singolo, pilota con valigie, pilota con passeggero e pilota con passeggero e valigie.

La Multistrada 1200 Enduro è equipaggiata con proiettore full LED dotato della funzione Ducati Cornering Lights (DCL) che ottimizza l’illuminazione della sede stradale in curva sulla base dell’inclinazione della moto. Anche questa nuova funzione è resa possibile dalla presenza della piattaforma inerziale. Sempre in tema di efficienza di illuminazione, tra gli optional è presente una coppia di faretti supplementari, comandata da un pulsante dedicato del blocchetto commutatore sinistro che garantisce un’illuminazione periferica ottimale. È prevista anche la funzione 4 frecce accese, attivabile premendo il pulsante dedicato.

Tra gli optional ci sono anche le manopole riscaldabili che, quando installate, sono comandate da un bottone dedicato, posto sul blocchetto commutatore di destra.

Accensione Hands Free

La Multistrada 1200 Enduro viene messa in moto senza chiave meccanica. Basta avvicinarsi ed avere in tasca la chiave elettronica; arrivati a circa 2 metri di distanza, la moto riconosce il codice della chiave e consente l’attivazione. A questo punto è possibile premere il pulsante di key-on per accendere il quadro, e successivamente avviare il motore. La chiave elettronica è costituita da un circuito elettronico e da una chiave meccanica a “flip” necessaria per l’apertura della sella e del tappo del serbatoio. È previsto un attuatore elettrico per blocca sterzo: quando si parcheggia la moto, si può decidere se attivarlo premendo il pulsante blocca sterzo. Quando si torna alla moto lo sterzo si sblocca automaticamente al key-on.

Telaio

La componentistica utilizzata sulla nuova Multistrada 1200 Enduro è allo stato dell’arte in termini di contenuto tecnologico e prestazioni. Le più importanti quote ciclistiche, come interasse veicolo, lunghezza forcellone e geometria di sterzo (avancorsa e offset) sono state definite ricercando il miglior compromesso tra guida fuoristrada, maneggevolezza e stabilità ad alta velocità.

La Multistrada 1200 Enduro monta un solido traliccio anteriore con tubi di grosso diametro e ridotto spessore e due telaietti laterali chiusi da un elemento portante posteriore realizzato in tecnopolimero caricato in fibra di vetro per la massima rigidezza torsionale. Rispetto alla Multistrada 1200, la Enduro ha una altezza minima da terra aumentata di 31 mm, per un valore totale di 205 mm, un vantaggio importante nella guida in fuoristrada.

Il forcellone bibraccio, più lungo di quello monobraccio della Multistrada 1200, ben si sposa col design della Multistrada 1200 Enduro. Realizzato in allumino fuso in conchiglia ha una finitura molto ricercata grazie a parti spazzolate lucide e altre grezze. Appositamente studiato per l’offroad è robusto e in grado di sopportare al meglio le sollecitazioni della guida in fuoristrada pur avendo un peso contenuto.

Sospensioni

La Multistrada 1200 Enduro è equipaggiata con una forcella a steli rovesciati da 48 mm di diametro con foderi nel caratteristico grigio ceramico e perno ruota avanzato, come sulle moto da fuoristrada. Al posteriore, invece, è presente un ammortizzatore di produzione Sachs.

Controllate dal sistema Ducati Skyhook Suspension (DSS), entrambe le sospensioni sono nuove sia a livello meccanico sia software e consentono la regolazione del freno idraulico in compressione ed estensione e del precarico della molla in maniera automatica e integrata nei Riding Mode. Inoltre, è possibile personalizzare il setup attraverso il computer di bordo.

Appositamente studiate per la Multistrada 1200 Enduro le sospensioni garantiscono escursioni ruota di 200 mm all’anteriore e al posteriore e hanno un settaggio del sistema semi-attivo ottimizzato per offrire le migliori prestazioni anche durante la guida fuoristrada.

Pneumatici e cerchi

La Multistrada 1200 Enduro è equipaggiata con pneumatici Pirelli SCORPION™ Trail II nelle misure 120/70 R19 anteriore e 170/60 R17 posteriore. SCORPION™ Trail II. Questo pneumatico è la sintesi dell’incontro di due strade: i campi di gara off road e il viaggio su strada. Ideato per i motociclisti più esigenti, ha tra i suoi punti di eccellenza l’elevato chilometraggio, la costanza delle prestazioni per l’intero ciclo di vita e un comportamento sul bagnato di prim’ordine.

L’innovativo disegno del battistrada di SCORPION™ Trail II è il risultato del tipico stile off road della linea SCORPION™ arricchito dell’esperienza maturata da Pirelli con lo sviluppo di ANGEL™ GT, il migliore pneumatico sport touring di Pirelli e considerato il riferimento nel suo segmento. Gli intagli laterali del nuovo SCORPION™ Trail II sono stati studiati per garantire un drenaggio ottimale in caso di pioggia mentre la disposizione e la forma di quelli centrali non solo contribuisce al drenaggio dell’acqua a assicura anche una trazione migliore, una maggiore solidità e un’usura più regolare.

Rispetto al suo predecessore, il nuovo pneumatico garantisce un chilometraggio maggiore senza compromettere le prestazioni in fase di piega e, soprattutto, offre un comportamento eccellente sul bagnato. I profili di SCORPION™ Trail II derivano direttamente da quelli utilizzati per ANGEL™ GT. Grazie ad un’area di contatto più corta e allo stesso tempo più larga, il profilo contribuisce a ridurre e uniformare l’usura del battistrada garantendo così un maggiore chilometraggio. Sempre con l’applicazione di nuovi profili è stato possibile incrementare la maneggevolezza che rimane invariata per tutto il ciclo di vita del prodotto. Come optional è possibile montare, nelle stesse misure, pneumatici Pirelli SCORPION™ Rally più adatti ad un uso fuoristradistico.

La Multistrada 1200 Enduro è dotata di cerchi a raggi tubeless con canali in alluminio, 40 raggi incrociati e mozzi fusi in gravità. Le misure sono 3.00 x 19’’ all’anteriore e da 4.50 x 17’’ al posteriore.

Multistrada 1200 Enduro Pro 2018

La Multistrada 1200 Enduro diventa ancora più globetrotter con la nuova versione Pro. L’anima viaggiatrice e inarrestabile della più avventurosa delle Multistrada raggiunge un nuovo livello grazie a questa nuova versione destinata a coloro che viaggiano scegliendo sempre le strademeno battute.

La Multistrada 1200 Enduro Pro si distingue per l’inedito colore Sand che caratterizza il frontale e la cover serbatoio, rifinita con due sticker con logo “Enduro” posizionato su entrambi i lati. Anche la nuova sella, bicolore, è un elemento dedicato alla Multistrada 1200 Enduro Pro, così come lo sono il telaietto posteriore e le cover dei coperchi frizione e alternatore di colore nero.

L’anima offroad della Multistrada 1200 Enduro Pro è accentuata dai pneumatici Pirelli SCORPION™ Rally, con cui la moto è equipaggiata di serie, nelle misure 120/70 R19 anteriore e 170/60 R17 posteriore. Questi pneumatici sono perfetti nell’uso fuoristrada e garantiscono prestazioni elevante anche su asfalto.

Altri particolari, che caratterizzano ulteriormente la versione Pro, sono i bull bar Ducati Performance by Touratech con luci a LED, il plexiglas basso, ideale per la guida in piedi in fuoristrada e lo scarico omologato Ducati Performance by Termignoni (rispetta i requisiti omologativi dei paesi UE).

Testata e sviluppata nelle condizioni più estreme, la Multistrada 1200 Enduro Pro sfrutta l’ottimo e resistente telaio della Multistrada 1200 Enduro. Il motore è il già conosciuto e apprezzato Ducati Testastretta DVT (Desmodromic Variable Timing) da 160 cavalli omologato EURO 4. Grazie alla tecnologia dei quattro Riding Mode (Enduro, Touring, Sport e Urban), anche la Multistrada 1200 Enduro Pro ha le quattro anime tipiche della multibike della Casa di Borgo Panigale.

La Multistrada 1200 Enduro Pro è dotata di ABS Cornering, Cornering Lights (DCL), Ducati Traction Control (DTC), Ducati Wheelie Control (DWC) e le sospensioni semi-attive Ducati Skyhook Suspension (DSS) Evolution con escursioni delle ruote di 200 mm, oltre ad essere dotata del sistema di assistenza alla partenza in salita Vehicle Hold Control (VHC).

La Multistrada 1200 Enduro Pro viene proposta, di serie, con il controllo elettronico della velocità e il modulo Bluetooth che tramite il Ducati Multimedia System (DMS) consente di connettere la moto con smartphone e di gestirne le funzionalità multimediali più importanti (ricezione telefonate, notifica sms, ascolto musica) attraverso i pulsanti al manubrio e visualizzandone le informazioni sul dashboard TFT.

Elementi distintivi della Multistrada 1200 Enduro Pro

Dotazioni di serie Multistrada 1200 Enduro;

 

[Fonte Ducatipress.com]