In sella alla SuperSport S

Ducati SuperSport S: primo contatto

Ducati SuperSport S: primo contatto con la sportiva stradale per tutti

Primo contatto con la novità 2017 di casa Ducati, la SuperSport S, “la sportiva stradale per tutti”. Dotazioni tecniche d’avanguardia, una linea graffiante e tutte le carte in regola per riscoprire il piacere di guida su strada, senza le esasperazioni delle sorelle nate per la pista.

In sella alla SuperSport SPrimo contatto

Ducati Mantova organizza  un evento incentrato su una delle novità 2017 di Casa Ducati: la SuperSport, ovviamente non mi potevo perdere l’occasione di toccare con mano quel gioiellino così tanto venerato nei saloni invernali e non lo nego le aspettative erano altissime.
Ad aspettarmi c’era la SuperSport S, il modello d’eccellenza, con 113 CV, 210 Kg e la coppia vigorosa del motore Testastretta 11°, viene definita “la sportiva stradale per tutti”.
Bianca, luminosa ma con il classico traliccio rosso Ducati in vista, il colpo d’occhio è stato veramente da lasciare a bocca aperta. Diventa subito chiaro che non si parlerà solo di prestazioni sportive.

Com’è dal vivo

La prima cosa che attira, incuriosisce e colpisce è il faro anteriore, di una perfezione quasi imbarazzante. Infatti è uno dei dettagli più innovativi di questa moto, il DLR (Daytime Running Light) una linea luminosa di led che oltre a garantire una migliore visibilità rende lo sguardo di questa sportiva graffiante.
Ovviamente il profilo della moto è visibilmente aerodinamico, il cupolino ha il plexiglas regolabile in altezza fino a 50 mm, questo per rendere i lunghi tragitti in velocità molto più comodi. La comodità infatti sarà un tema ricorrente ed è la prima cosa che si può constatare salendoci. La seduta non è alta, arrivare al semimanubrio per me è stato immediato e la posizione di guida non è da classica moto sportiva ma più rilassata. Nonostante la presenza importante non l’ho sentita eccessiva, 210kg e un serbatoio voluminoso ma devo dire che d’impatto ci si sente a proprio agio.

Caratteristiche

Tra le sue caratteristiche, oltre ad una dotazione elettronica da eccellenza, c’è la possibilità di modificare lo stile di guida scegliendo tra Sport, Touring e Urban. Ecco che tutto diventa più chiaro, ecco il punto in cui la Super Sportiva diventa “la Super Sportiva da tutti i giorni”.
Ducati ha voluto creare questo modello dalle prestazioni grintose ma con la possibilità di renderla utilizzabile anche per viaggi medio lunghi o perché no, anche per andare in ufficio alla mattina e vi assicuro che, oltre a non passare assolutamente inosservati, non sareste nemmeno scomodi. Disponibile nel bianco, Star White Silk, e nel Ducati Red.
La casa madre non trascura ovviamente l’aspetto più importante, la sicurezza, e garantisce livelli elevati con il Ducati Safety Pack (DSP), che comprende ABS Bosch 9MP e Ducati Traction Control.
Di serie è presente il Ducati Quick Shift up/down, dispositivo che permette il cambio marcia senza l’utilizzo della frizione e senza chiudere il gas, divertimento assicurato e miglior maneggevolezza nel traffico (vi ricordo che la userete anche per andare in ufficio).
Comfort, sport, eleganza, una moto da tutti giorni ma con prestazioni super sportive.

In sella alla SuperSport SGli accessori dedicati

Come sempre Ducati pensa a tutto e propone anche la linea di abbigliamento ed accessori che, al contrario di quanto mi aspettassi, è prima di tutto stilosa. Niente tutone o giubbini da pilota ma linee comode e di tendenza rispettando appunto il principio di “moto da tutti i giorni” ovviamente senza tralasciare la sicurezza. Insomma assolutamente da guardare ed acquistare!
Tra l’altro, non menzionata e credo anche piuttosto snobbata (ingiustamente), la versione “base” ovvero la SuperSport, con carena e telaio Rosso Ducati e cerchi Glossy Black. Qualche accessorio in meno ma credo che chiamarla “versione base” sia riduttivo e che una moto con simili prestazioni non lo meriti.
Le SuperSport, come anticipato, sono tra le novità del 2017 di casa Ducati e si inizieranno a vedere in circolazione entro poche settimane (sembra che le prevendite stiano andando decisamente bene, anche oltre le aspettative).
Un ringraziamento ad Oscar, Marco e Mirko di Ducati Mantova per la gentilezza ed ospitalità.

A brevissimo il test ride per capire se tutte queste promesse siano reali, ma di certo il primo impatto è stato emozionante.

Eleonora Turina

Il Monster 695 è la sua passione più forte. Con la moto viaggia ma la maggior parte delle volte invece scappa. Guarda la vita con una punta di acidità, “entusiasmo” è il suo mantra. Non agitare – maneggiare con cautela!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: