La Moto da Donna

La moto da donna

La moto da donna

Parto subito decisa:
Non esistono moto da donna.

Come non esistono moto da uomo, moto da giardiniere, moto da elettricista o da imbianchino.
Esistono le moto.

“Quale moto secondo te è più adatta ad una donna?”

Ultimamente questa domanda mi è stata posta molto spesso; domanda fatta anche direttamente da donne che stanno intraprendendo il percorso verso il fantastico mondo del motociclismo.

La mia risposta è molto semplice:

Tutte

Ma che cazzo di domanda è??

Perchè è proprio la domanda in sè che è errata.

La donna, essere umano adulto di sesso femminile, non ha conformazioni fisiche o psichiche che le impediscano l’uso di una moto piuttosto che un’altra.

Non ci sono moto per donne e moto per uomini.

Ci possono essere moto più adatte ai principianti, moto più leggere, moto meno alte ma tutto questo indipendentemente dal sesso del motociclista.

Per ipotesi, prendiamo come esempio un uomo alto 1 metro e 55 cm. Credo che non si sentirebbe sicuro a guidare per strada una Multistrada, visto che magari, prima o poi, si dovrà pur fermare ad uno stop e ben sapete che, per quanto super fornita, la Multistrada non è dotata di scaletta.

Qualche consiglio

Quello che invece mi sento di consigliare a voi donne è di fare scelte che vi portino a sentirvi sicure ed indipendenti.

E’ importante avere il controllo della propria moto quindi, piuttosto, fate attenzione a toccare bene a terra, ad arrivare bene al manubrio, alla comodità (specialmente per chi fosse interessata a fare lunghi tragitti). La posizione di guida è soggettiva, c’è chi preferisce essere “stesa” sul serbatoio, chi preferisce una guida più eretta. Voi cosa preferite? Queste sono le cose che a mio parere fanno la differenza.

Ho eseguito dei test ride per Ducati Verona: Super Sport S e Monster 797.
La Supersport, in varie immagini della brochure di Ducati,  viene mostrata su strada e alla guida si nota un uomo mentre la figura femminile, che compare solo in alcune foto, è soltanto una passeggera.

Il Monster 797, invece, viene presentato attraverso un bellissimo video in cui si nota una modella, dai capelli lunghi e fluenti mossi dal vento (auguri poi a sciogliere i nodi), che si sposta in moto per andare a fare shopping e per bere l’aperitivo con le amiche.

Ecco che il Monster 797, proposto come la piccola di casa Ducati, viene associato al genere femminile perché di bassa cilindrata e di dimensioni contenute.

Allora perché io, che sono motociclista da soli 4 anni e a malapena arrivo ai 53 kg, mi sono trovata più a mio agio con la Supersport S che è un 937 CC di cilindrata e ha dimensioni più impegnative?

Ma allora la “moto da donna” esiste o non esiste?

Lasciando perdere i tecnicismi, che tra l’altro non mi competono, le sensazioni che si provano sulle moto sono del tutto soggettive. Per questo esistono così tanti modelli, perché ogni persona può avere gusti, esigenze e capacità differenti (oltre che al budget).

Per cui, care donne, non ci sono moto più o meno adatte a noi.

Ci sono le moto.

Poi ci sono uomini e donne che amano andare in moto.

E poi ci sono le sensazioni,  i pareri personali e l’esperienza.

Per cui toglietevi le paure di dosso, toglietevi i limiti, i preconcetti ed osate! Provate! Avvicinatevi a questo mondo senza esitazioni.
Tenetevi i limiti per quando dovrete aprire il gas ma non sarete in sicurezza.
Non ascoltate chi è nato imparato, ma sappiate che ogni giorno, chilometro dopo chilometro, si può crescere e migliorare SEMPRE!

Ve lo posso assicurare, il mondo delle moto è meraviglioso, qualunque sesso voi siate!

La Moto da DonnaPhoto credits: Damiano Bonatti

Eleonora Turina

Il Monster 695 è la sua passione più forte. Con la moto viaggia ma la maggior parte delle volte invece scappa. Guarda la vita con una punta di acidità, "entusiasmo" è il suo mantra. Non agitare - maneggiare con cautela!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: