Superbike 2017 - Assen

Superbike 2017 Assen – Quarta tappa del campionato

Superbike 2017 Assen – Quarta tappa del campionato mondiale

Ad Assen si è disputata la quarta prova del campionato superbike 2017; bellissima gara uno che ha visto un duello molto serrato tra Chaz Davies e Jonathan Rea (Kawasaki) fino all’ultimo giro quando, per il pilota Ducati è stato costretto al ritiro per un guasto alla moto. La gara è termitata con Jonathan Rea (Kawasaki) primo, seguito da Tom Sykes (Kawasaki); sul terzo gradino del podio è salito Marco Melandri che ha continuato ad accusare i problemi emersi durante le prove. Seguono Xavi Fores su Ducati privata del Team Barni, Lorenzo Savadori (Aprilia) termina al quinto posto e sesto Stefan Bradl con un distacco di  33.530 sec. Gli altri italiani sono arrivati dodicesimo Alex De Angelis (Kawasaki) seguito da Raffaele De Rosa (BMW) e quindicesimo Ayrton Badovini (Kawasaki). Ritirato, al quarto giro, Riccardo Russo (Yamaha) del team Guandalini Racing.

Inarrestabile Jonathan Rea (Kawasaki) in gara 2 partito dalla nona posizione è rimontato fino alla prima in soli tre giri per concludere sul gradino più alto del podio. Al secondo posto Tom Sykes (Kawasaki) per soli 0.025 sec. dopo un duello al fotofinish con compagno di squadra. Sul terzo gradino del podio Chaz Davies partito dalla quarta fila ma in difficoltà a recuperare il gap dei piloti del Kawasaki Racing Team. Dopo la delusione di ieri del Pata Yamaha Official WorldSBK Team con due zero in classifica, è arrivato quarto il pilota di casa Michael van der Mark e quinto Alex Lowes. Chiude al sesto posto sull’italiana MV Agusta Leon Camier.

Gli altri italiani concludono al quindicesimo posto Alex De Angelis (Kawasaki) che ha preceduto Ayrton Badovini (Kawasaki) e Raffele De Rosa (BMW).  Ritirati all’ottavo giro sia Marco Melandri (Ducati) che Riccardo Russo (Yamaha) mentre al dodicesimo giro si è ritirato Lorenzo Salvadori (Aprilia).

 

Gara 1: Terzo posto di Melandri, Davies costretto al ritiro sul finale quando era in lotta per la vittoria

Il team Aruba.it Racing – Ducati è salito sul podio in Gara 1 del Campionato Mondiale Superbike 2017 ad Assen in virtù del terzo posto conseguito da Marco Melandri. Epilogo sfortunato invece per Chaz Davies, costretto al ritiro nel corso del penultimo giro a causa di un problema tecnico quando era secondo ed in piena lotta per la vittoria.
Partiti rispettivamente dalla seconda e quinta casella sulla griglia, Davies e Melandri sono stati entrambi protagonisti di un buono spunto allo spegnimento dei semafori, portandosi in prima e quarta posizione. Davies ha poi tenuto la testa della gara inseguito da Rea e Sykes, mentre Melandri ha accusato qualche difficoltà, perdendo progressivamente terreno rispetto al trio di testa.
A tre giri dal termine, Davies e Rea hanno ingaggiato una lotta serrata con diversi cambi di posizione al vertice, ma il gallese è stato suo malgrado costretto al ritiro nel corso del ventesimo passaggio a causa di un problema elettrico. Melandri ha invece tagliato il traguardo in terza posizione.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – 3º

Superbike 2017 Assen - Gara 1 Marco Melandri“Fino a questa mattina, non mi sarei aspettato di salire sul podio. Eravamo in difficoltà nelle FP3 ed anche chiudere nei primi cinque non sarebbe stato facile, ma la squadra ha fatto un ottimo lavoro prima della Superpole ed ho ritrovato il feeling con la moto. Ad inizio gara eravamo veloci, ma poi il nostro passo non era sufficiente per stare con i primi tre ed ho preferito non prendere rischi eccessivi. Mi dispiace per Chaz, che è stato davvero sfortunato, ma sono contento del nostro risultato e proverò a fare meglio domani. Le condizioni qui erano molto diverse rispetto alle prime gare, la moto si muoveva molto e non abbiamo ancora trovato la costanza necessaria all’anteriore sulla distanza di gara, ma analizzeremo i dati per provare a fare un altro passo avanti in vista di Gara 2”.  

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – Rit.

Superbike 2017 Assen - Gara 1 Chaz Davies“È stata una bella gara. Ho trovato subito il mio ritmo in testa alla corsa ed il nostro passo era competitivo, specialmente nei primi giri. Nonostante questo, faticavamo un po’ in un paio di aree e non volevo fare un errore, quindi ho cercato di fare sì che ci giocassimo la vittoria all’ultimo giro. Sfortunatamente, ci siamo dovuti fermare prima. È una delusione perché, anche senza poter sapere con certezza come sarebbe andata a finire, penso che sarebbe stato un giro molto elettrizzante da guardare. Detto ciò, siamo stati molto competitivi fino a quel punto. Ora dobbiamo fare un paio di piccoli ma importanti aggiustamenti e speriamo di essere ancora in grado di lottare per la vittoria domani, questa volta fino alla fine”.

Ernesto Marinelli, Responsabile Progetto Superbike

“Siamo profondamente dispiaciuti per quanto accaduto a Chaz mentre era in piena lotta per la vittoria. Ha fatto una grande gara e non avremmo potuto chiedergli di più. È stato un duro colpo per tutti, ma vogliamo reagire prontamente per rifarci domani in Gara 2. D’altra parte siamo contenti per Marco, che ha risolto la maggior parte dei problemi riscontrati in prova salendo sul podio. Resta ancora qualche dettaglio da sistemare ed a questo proposito cercheremo di sfruttare al meglio il warm-up domani mattina”. 

Gara 2: Chaz Davies terzo, Marco Melandri costretto al ritiro dopo una scivolata

Superbike 2017 Assen - Gara 2Il team Aruba.it Racing – Ducati è salito nuovamente sul podio in Gara 2 del Campionato Mondiale Superbike 2017 ad Assen (Paesi Bassi) con Chaz Davies, terzo sotto la bandiera a scacchi. Marco Melandri è invece stato costretto ad abbandonare la gara nel corso del nono giro a causa di una scivolata alla curva 5 quando si trovava in settima posizione.
Partiti rispettivamente dalla decima e settima posizione, Davies e Melandri hanno lottato nel traffico nei primi giri per risalire progressivamente la classifica, portandosi ai margini della top five. Pur senza riuscire a replicare il passo che gli aveva consentito di essere protagonista in Gara 1 a causa anche del forte vento, Davies è comunque riuscito a staccarsi dal gruppo degli inseguitori e portarsi in terza posizione, conseguita nel corso dell’ottavo passaggio e poi difesa fino alla bandiera a scacchi. Melandri è invece scivolato nel tentativo di tenere il contatto con il podio virtuale. L’italiano, che non ha riportato conseguenze fisiche, non è poi riuscito a riprendere la corsa.
Al termine del quarto round, Davies (111 punti) e Melandri (97 punti) sono rispettivamente terzo e quarto nella classifica iridata. Il team Aruba.it Racing – Ducati tornerà in pista per il quinto round del Campionato Mondiale Superbike, in programma ad Imola dal 12 al 14 maggio.

Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati #7) – 3º

Superbike 2017 Assen - Gara 2 Chaz Davies“È stato divertente fare tutti quei sorpassi e risalire nel traffico, ma onestamente non è stato facile oggi in gara. Non avevamo un feeling ottimale come quello di Gara 1 e del WUP. Ci è mancato grip sull’anteriore ed eravamo un po’ ‘sulle uova’ negli ultimi dieci giri. Dobbiamo capire il perché, se si sia trattato dell’assetto o del forte vento, ma era comunque importante non cadere e portare a casa punti perché ho capito abbastanza in fretta che il terzo posto era il miglior risultato possibile oggi. Detto questo, il nostro obiettivo è di vincere ogni volta che ne abbiamo la possibilità, e speriamo di farlo di nuovo a partire da Imola, che è un posto speciale per me e per Ducati”.

Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati #33) – Rit.

Superbike 2017 Assen - Gara 2 Marco Melandri“Le condizioni oggi erano difficili, il vento era davvero forte. A causa di questo ho fatto un errore alla curva 11 al sesto giro, finendo sull’erba, e sono stato passato da quattro piloti. Poi però stavo risalendo bene. È un peccato per la caduta, perché penso che avrei potuto lottare con Vd Mark dal momento che la nostra moto era più competitiva di ieri, anche se si muoveva ancora tanto. Purtroppo ho sempre sofferto questo tipo di problema qui, forse perché sono molto leggero e non riesco a caricare a sufficienza il posteriore su questo tipo di asfalto. Ora andiamo ad Imola, una pista che mi piace molto e dove sono fiducioso che ci lasceremo alle spalle questi problemi per fare due belle gare”.

Stefano Cecconi, Amministratore Delegato di Aruba S.p.A e Team Principal:

“È stato un fine settimana travagliato, nel quale non abbiamo raccolto risultati in linea con il nostro potenziale. Cercheremo di imparare anche da questo per sistemarci al meglio in vista della gara di casa, che rappresenta un’ulteriore fonte di motivazione, e toglierci grandi soddisfazioni davanti al nostro pubblico”

Giovanni Del Bravo

Motociclista da sempre in prevalenza Ducatista anche se aperto a tutte le marche perchè si sa… due ruote muovono l’anima indipendentemente dal logo sul serbatoio :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: